About

Un poeta che canta alla luna, un clown ridanciano e malinconico, un viaggiatore delle note, esploratore, rivoluzionario gentile, sono solo alcuni dei molti aggettivi che possono  raccontare il genio musicale di Lucio Dalla, artista multiforme ,irripetibile.

Dopo una lunga gavetta si fa notare con “4/3/1943” a Sanremo nel 1971,  seguono brani come “Nuvolari” o “Come è profondo il mare”. Testi complessi, sperimentali, visionari, pungenti, profondi, futuristici,poggiano su composizioni istintive, bellissime, a volte difficili, estremamente coinvolgenti, svilupperanno tematiche artistiche del tutto peculiari, preziose.” Stella di mare”, “Anna e Marco” “L’ultima luna” , “L’anno che verrà “, “Washington “, “Meriluise” “Attenti al lupo” .sono solo alcuni degli infiniti successi.

Nelle sue attività live , storico il tour “Banana Republic “ del 1979 con l’amico Francesco De Gregori con cui tornerà con “Work in progress” del 2010, e il tour “Dalla/Morandi “ del 1988.



Ajax Loader